Leopardi: il piacere, la poesia, la musica, l’arte. Schumann: la gente… i Filistei, l’artista.

Non è l’immediata comprensibilità dell’opera a sancirne la democraticità, la possibilità che tutti possano fruirne, bensì il fatto che io possa fornirmi degli strumenti per comprenderla, che mi sia permesso di fornirmeli, il segno che vivo in una società democratica.

L’inquietudine rifiutata dell’arte e del teatro

A Firenze si litiga per un selfie davanti alla Primavera di Botticelli, a Roma per un Rigoletto che tradirebbe il capolavoro verdiano. Cerchiamo di capire che cosa suscita queste polemiche e che cosa le...
Ary Scheffer - The Ghosts of Paolo and Francesca Appear to Dante and Virgil 1835

L’accostamento all’opera d’arte

L’arte, in ogni epoca, in ogni popolo, in ogni cultura, si è sempre rivolta a un pubblico che ne condividesse i presupposti ideologici e culturali, ma soprattutto i codici d’interpretazione. L’arte universale, che tutti...

L’arte e il bello

La vista è il primo strumento di contatto consapevole con la realtà. E non soltanto per l’uomo. I contatti nei primi giorni  di vita sono affidati al tatto, all’olfatto e al gusto. Dalla vista...
- Advertisement -

ULTIMI POST