“And now a thousand years between” canta Robert Plant, “between us”. Si chiude così Tangerine, una delle canzoni più emozionanti dei Led Zeppelin.
Da queste parole prendono ispirazione i quattro componenti dei Thousand Years Between.
Formatisi nel 2017, nella formazione di Fabio Rotilio, Federico Serio, Manuel Piccinini, Fabio Piccinini il gruppo si misura fin da subito con la dimensione del live, esibendosi in vari club e festival.
Nella primavera del 2019 entra in studio per produrre il suo primo EP omonimo, mixato e masterizzato da A.L.T.I. Records, dal quale viene estrapolato il singolo “Cry on Me”, accolto positivamente dagli addetti ai lavori.
Durante l’estate dello stesso anno il gruppo si muove lungo il centro Italia per promuovere e suonare dal vivo il disco partecipando a diversi contest.
Alla fine di un’estate movimentata e piena di soddisfazioni la band torna in studio per la registrazione di nuovi inediti, questa volta mixati da Acme Rec Studio e masterizzati da das Ende der Dinge.
Esce così il primo singolo “Wrong”, sotto l’etichetta (R)esisto, una canzone venuta al mondo in periodo di lockdown. Concetto che viene espresso anche nel video correlato, dove si vogliono manifestare le difficoltà della situazione in cui viviamo e nella quale siamo trasformati negli oggetti che ci permettono di comunicare con gli altri.

1) Cominciamo con una domanda semplice per presentarvi ai nostri lettori: chi sono i Thousand Years Between?
I Thousand Years Between sono una rock’n’roll band aquilana nata circa quattro anni fa.

2) Il nuovo singolo è uscito per (R)esisto, come è nata la collaborazione?
La collaborazione con (R)esisto è nata dopo che la band ha contattato l’etichetta, così che dopo un breve confronto si è deciso di procedere con la pubblicazione del primo singolo “Wrong”.

3) Quale messaggio veicolano le vostre canzoni
I nostri sono brani rock che il più delle volte vengono ispirati nei testi da esperienze personali o sono più semplicemente evocativi in rapporto alla parte musicale.

4) Quali sono i vostri punti di riferimento musicali?
Come riferimenti musicali abbiamo gusti piuttosto differenti tra noi ma, oltrei i classici, il 90’s rock’n’roll revival è il nostro terreno comune. Ad ogni modo tendiamo sempre l’orecchio alle varie correnti contemporanee.

5) Progetti futuri, qualche anticipazione?
Per il prossimo futuro possiamo intanto dire di aver pronto altro materiale da pubblicare. Cercheremo di produrre e suonare live comunque il più possibile

6) Come possono mettersi in contatto con voi i nostri lettori e su quali canali si può acquistare il singolo?
Chiunque voglia mettersi in contatto con noi può farlo attraverso le nostre pagine Facebook e Instagram a nome Thousand Years Between così come il nostro canale YouTube dove si trova il video di “Wrong” insieme ad altri lavori precedenti. La nostra musica può essere ascoltata su varie piattoforme tra le quali Spotify. Inoltre il nostro ultimo singolo può essere acquistato su iTunes e Amazon.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here