Ci sono tre elementi che accomunano le donne così diverse che Pilati ha voluto incontrare: il dolore, la consapevolezza e il coraggio. Giacomo ha colto, e ha saputo descrivere, la fondamentale differenza tra uomini e donne siciliani. Gli uomini credono che tutto sia destino. Le donne pensano che il destino si può cambiare.”

dalla prefazione di Marcello Sorgi

Prendete una donna e datele delle responsabilità di varia natura, che siano la ristrutturazione dell’azienda di famiglia o più semplicemente la possibilità concreta di offrire aiuto ai propri familiari in difficoltà facendo la differenza tra un ‘prima’ e un ‘dopo’. Senza mai adagiarsi sugli allori o autocommiserarsi quado tutto sembra essere perduto. È questa, credo, la grande forza delle storie di questo libro di 209 pagine da me letto nella versione edita nel 2014 per i tipi dell’editore Di Girolamo e da me scoperto per caso visitando in un’assolata e calda mattinata agostana quel gioiello che è La Libreria del Corso di Trapani.
Pilati suddivide le vite narrate in prima persona delle sue venti donne, nate, cresciute e vissute sul suolo siciliano, elettivamente raggruppandole nei quattro elemento naturali di fuoco, terra, acqua e aria in base a indole personale, predisposizione d’animo, intraprendenza, coraggio e passione a prescindere dal risultato finale conseguito rispetto allo scopo in precedenza prefissato, dal successo delle loro imprese, dal plauso mediatico e istituzionale ottenuto o meno.

Le protagoniste di questo libro, nessuna esclusa, hanno tutte qualcosa da raccontare, soprattutto in itinere, del viaggio da esse intrapreso. E se a qualcuno può forse sembrare che abbiano raggiunto soltanto in parte l’agognato traguardo c’è la bellezza e la forza dell’energia profusa in ciò che hanno fatto, nella dedizione che vi hanno messo, nella determinazione che non le ha bollate come sconfitte ma marcate come combattenti nate sino alla fine e oltre.
Sono da sempre convinta assertrice, anche attraverso le storie che mi piace immaginare e creare come autrice, dell’enorme potenziale rigeneratore del femminile. Del buonsenso, dell’intelligenza, del cuore delle donne. Leggere de Le Siciliane, appartenenti a epoche diverse ma certamente accomunate dalla stessa voglia di fare lottando di frequente contro tutto e tutti in nome di un ideale che ha la concretezza e il profumo della vita vera, mi ha confortata tantissimo invitando me e le giovani generazioni a continuare a sperare in qualcosa di migliore e di concreto.

Lucia Guida

Giacomo Pilati, Le siciliane. Storie vere, ISBN 9788897050292, € 12,00

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here