Sclerosi multipla | Percorso diagnostico-terapeutico assistenziale in Calabria

334

Il delegato del presidente della Regione Mario Oliverio in materia sanitaria Franco Pacenza ha concluso i lavori del convegno sulla sclerosi multipla nella sede della Cittadella regionale a Catanzaro. Il tema dell’incontro “il percorso diagnostico-terapeutico assistenziale in Calabria”, è stato presentato e moderato dai dirigenti di settore del Dipartimento regionale tutela della salute e politiche sanitarie Liliana Rizzo e Sergio Petrillo, nato anche dall’esigenza di prendere in esame e definire un percorso diagnostico terapeutico e assistenziale per le persone con sclerosi multipla che metta concretamente il paziente al centro e che è strettamente collegata all’evidente impatto sociale di questa malattia e alle difficoltà crescente che l’offerta attuale da parte del Servizio sanitario nazionale definisci in termini di oneri assistenziali a carico delle famiglie nelle quali è presente una persona con malattia cronica. In tal senso, la Regione, con il Decreto del commissario ad acta n. 140 del 19 ottobre 2017, ha definito il percorso assistenziale per la sclerosi multipla che garantisce, secondo un progetto personalizzato integrato, la presa in carico del paziente, assicura la diagnosi tempestiva di malattia, il monitoraggio clinico strumentale e il trattamento. Sono intervenuti all’iniziativa la presidente nazionale dell’Aism Angela Martino e il direttore affari generali Paolo Bandiera, il responsabile del Centro sclerosi multipla dell’Asp di Cosenza Roberto Bruno Bossio, Paola Valentino dell’unità operativa neurologia dell’Azienda ospedaliera universitaria Mater Domini, Brunella Piro del servizio farmaceutico dell’Asp di Cosenza, il coordinatore regionale medico legale dell’Inps Eugenio Cupelli,  il direttore dell’unità operativa medicina fisica e riabilitativa dell’Aou Mater Domini Maurizio Iocco, il coordinatore regionale Aism Calabria Salvatore Lico, il dirigente medico legale dell’Inps regionale Francesco Naso. p.g. «Oggi alla Cittadella della Regione Calabria, un passo importantissimo è stato fatto, è stato presentato il PDTA (percorso diagnostico terapeutico assistenziale), nella Sclerosi Multipla; la presa in carico totale, dalla diagnosi, e per tutto il percorso, in una malattia che ha mille facce, che va ad intaccare vari funzioni del corpo, e quindi ha bisogno di tante figure professionali in supporto ai problemi e disturbi che coinvolgono le persone con Sclerosi multipla Il Direttore Responsabile del centro Sclerosi Multipla di Serra Spiga di Cosenza, il Dot.re Roberto Bruno Bossio, dall’inizio, e fino alla conclusione, presente ai tavoli tecnici per la stesura del documento, insieme ad Aism, ha illustrato con professionalità e umanità tutto il percorso. Un grosso salto in avanti è stato fatto. Un grazie di cuore da tutte le persone con Sclerosi Multipla», queste le parole di Maria De Luca di Aism Cosenza.

LASCIA UN COMMENTO

Prego, inserisci il tuo commento
Prego, inserisci il tuo nome