Si è conclusa l’edizione 2017 della “5 Giorni di Musica contro le mafiecon la presenza di10.000 partecipanti dal 12 al 16 dicembre nel centro storico di Cosenza: un calendario ricco di appuntamenti, ospiti, laboratori, concerti, con la missione comune di fare pedagogia antimafia e diffondere i principi della cittadinanza attiva. 

Tema ricorrente nella manifestazione è stato il “Noi, assoluto protagonista nelle parole incisive di Don Luigi Ciotti agli studenti, che ha sottolineato come nel nostro Paese si continui troppo spesso a delegare, a credere che tocca sempre agli altrioperare il cambiamento sociale

Dal programma culturale dell’evento è emerso che tutte le arti possono educare alla condivisione di valori come responsabilità e consapevolezza.


Ogni giorno la musica è stata ovviamente protagonista con i concerti di Maldestro, Red Basica, Molla, Mujura, Lucariello e Maurizio Capone (quest’ultimo anche relatore negli incontri sull’ecologia come chiave del cambiamento con Legambiente, e fautore del workshop di eco-music). 

L’emozionante concerto finale al Teatro Morelli di Dario Brunori, Paolo Benvegnù e Rocco Hunt, premiati per la loro capacità di veicolare messaggi positivi con le loro canzoni, ha chiuso tra gli applausi la 5 Giorni di Musica contro le mafie.

Guarda il video report dell 5 Giorni: https://youtu.be/iLDtKQPFWoY

PREMI MUSICA CONTRO LE MAFIE 2017

All’interno della manifestazione ha preso vita anche l’8^ edizione del “Premio Nazionale Musica contro le mafie”, in scena al Teatro Morelli nelle mattine del 15 e 16 dicembre davanti ad un pubblico di studenti di scuole medie e superiori e in presenza di una giuria tecnica. 

La massima preferenza delle giurie assegna il 1° Premio “Winner Tour” PICCIOTTO per la canzone “Amarcord 2.0”, un’amara sintesi dei fatti di cronaca più significativi degli ultimi 15 anni in 4 minuti e mezzo, che ripone però fiducia in un futuro migliore, nella forza di un soggetto collettivo, responsabile, consapevole e attivo: il Noi. Il rapper palermitano si aggiudica 15.000 euro per l’organizzazione di un tour di concerti, messi in palio da un bando del Nuovo IMAIE. 

Il 2° premio va alla cagliaritana CHIARA EFFE per la canzone “Non Son Buono”, scritta in Sicilia, che racconta una storia di mafie, piccole e grandi, che troppo spesso fanno leva su fragilità, debolezza, inconsapevolezza, ignoranza e mancanza di coraggio. Alla cantautrice sarda è assegnata una borsa di produzione del valore di 1.000 euro. Ulteriori premi, targhe e menzioni speciali sono riconosciuti ad altri artisti partecipanti, come indicato sul sitowww.musicacontrolemafie.it/8edizione.

1° PREMIO

VINCITORE “MUSICA CONTRO LE MAFIE” WINNER TOUR (Nuovo IMAIE)

AMARCORD 2.0 – Picciotto

2° PREMIO

NON SON BUONO – Chiara Effe

 

MENZIONE SPECIALE “Musica contro le mafie”

OH ISSA! – STAG

 

MENZIONE SPECIALE “Musica contro le mafie” su segnalazione CLUB TENCO

UN MONDO CHE ABBAGLIA – Simone Fornasari

 

MENZIONE SPECIALE “Mvsm” su segnalazione CASA MEMORIA FELICIA e PEPPINO IMPASTATO

NON SON BUONO – Chiara Effe

 

Targa SIAE – Giovane Autrice

LA LIBERTA’ – Laura Pizzarelli

 

PREMIO SPECIALE ACEP – UNEMIA

I TOPI – Luciano De Blasi e i sui Generis

 

PREMIO SPECIALE 1MNEXT – iCompany

IMMOBILE – Vanesia  

 

PREMIO SPECIALE SMARTIT

AMARCORD 2.0 – Picciotto

 

Premio Speciale MUZI KULT

LA VOCE DEL PADRONE – Tintinnabula

 

Premio Speciale ON MAG PROMOTION

I MURI – Cassandra Raffaele

LA VANGA e LA PISTOLA – La Bottega del Ciarlatano

NTA L’ARIA – Carmelo Piraino

TERRA MADRE – Gente Strana Posse  

LASCIA UN COMMENTO

Prego, inserisci il tuo commento
Prego, inserisci il tuo nome