LETIZIA VA ALLA GUERRA. Agnese Fallongo e Tiziano Caputo in scena al Teatro della Cometa, dal 9 al 14 aprile

166

LETIZIA VA ALLA GUERRA
La suora, la sposa e la puttana

di Agnese Fallongo
ideazione e regia Adriano Evangelisti

arrangiamento e accompagnamento musicale dal vivo Tiziano Caputo

prodotto da GITIESSE Artisti Riuniti diretta da Geppy Gleijeses

Agnese Fallongo è un’attrice straordinaria, signora della scena, istrionica, un talento eclettico, maturo e dirompente a dispetto della giovane età, molto ben affiancata da Tiziano Caputo, un artista davvero completo. Ci vogliono due attori di tale livello e un testo straordinariamente bello come LETIZIA VA ALLA GUERRA – La suora, la sposa e la puttana, scritto dalla stessa Agnese Fallongo, per creare uno strepitoso successo di pubblico e di critica, con continue repliche e tantissimi sold out. Potete vederli in scena al Teatro della Cometa dal 9 al 14 aprile 2019, con la regia di Adriano Evangelisti.

Letizia va alla guerra è il racconto tragicomico di tre stupende donne italiane accomunate dallo stesso nome, una giovane sposa siciliana di Monreale, un’orfanella nata a Littoria e una friuliana di Monselice, che attraversano due guerre mondiali e condividono un destino tremendo con tenerezza, amore e verità, ma soprattutto con “letizia”. Tre donne semplici, travolte dall’orrore della guerra, capaci di capovolgere le loro vite in nome dell’amore e diventare, in un certo senso, delle eroine loro malgrado, senza averlo desiderato.

La prima Letizia si sposa giovanissima e, sperando di ritrovare suo marito Michele, chiamato alle armi il giorno stesso delle nozze, parte dalla Sicilia per il fronte carnico, in Friuli, come “portatrice di gerle” durante la Prima Guerra Mondiale.

La seconda Letizia (il cui vero nome è Lina) è un’orfanella cresciuta dalle suore e riconosciuta dalla zia, unica parente rimastale, solo dopo aver raggiunto la maggiore età, a 21 anni, e unicamente per avviarla alla prostituzione, proprio nel giorno in cui l’Italia entra nella Seconda guerra mondiale al fianco della Germania.

La terza Letizia è un’anziana suora dai modi bruschi che, presi i voti in tarda età perché costretta da un errore di gioventù, si rivelerà il sorprendente”trait d’union” dei destini di queste donne tanto lontane quanto unite in questo confronto/scontro con la forza dell’amore, a volte cercato, a volte respinto.

Impreziosendo il testo con musiche e canzoni popolari, Agnese Fallongo e Tiziano Caputo raccontano magnificamente le storie di vita di quelle persone “comuni” che non entrano quasi mai nella Storia, pur contribuendo a farla tanto quanto i “generali” e gli “statisti”. E lo fanno in dialetto siciliano, romano e veneto, dando vita a un emozionante atto unico in tre capitoli magistralmente intrecciati, dal retrogusto amaro, ironici e spregiudicati, in cui si alternano comicità pura e commozione, lacrime, sorrisi e risate.

Ma ogni notte, da cento anni a questa parte, quando sento di due anime innamorate divise dalla guerra io sotto terra, mi votu e mi rivotu, suspirannu.

 Ma nun se decide come se nasce, forse giusto un po’ come se vive, manco troppo, figuriamoci se se po’ decide come morì!

 “El Segnor me ciamò a diventar la sua sposa, mai me sarei immaginà de macchiar el nostro amor co un simile peccà…”

 

Se amate il teatro, vi consiglio di non perdervi questo spettacolo.

Teatro della Cometa  – Via del Teatro Marcello, 4 – 00186
Orario prenotazioni, vendita biglietti e info per apericena:  dal martedì al sabato, ore 10:00 -19:00 (lunedì riposto), domenica 14:30 – 17:00 – Telefono: 06.6784380

Orari spettacolo: dal martedì al venerdì ore 21.00. Sabato doppia replica ore 17,00 e ore 21,00. Domenica ore 17.00. Costo biglietti: platea 25 euro, prima galleria 20 euro, seconda galleria 18 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Prego, inserisci il tuo commento
Prego, inserisci il tuo nome