I tatuaggi di Marco Prestigiacomo: dall’Old School all’eternità

431

Non è vero, come potrebbe sembrare, che il tatuaggio sia strettamente vincolato al corpo ed alla vita terrena. Tutt’altro. Il tatuaggio è una scelta che rappresenta prima lo spirito e poi l’anima. E l’anima la porti per sempre. Il tatuaggio è un disegno, è un segno che resta al di là dell’esistenza umana. E’ importante credere in qualcosa e credere nell’arte è già una grande conquista. Ed è così che c’è tutto un universo da “Ink Kaos Tattoo” di Marco Prestigiacomo tatuatore proteiforme che, dopo tanti studi e ricerche, è da considerarsi uno dei migliori del suo settore in Italia.  Tenace e con il faro del rigore, elemento paradossalmente fondamentale per l’emancipata rivelazione della fantasia, è specializzato nello stile “Old School”, non disdegnando le altre tipologie di tatuaggio, al contrario, la sua raffinata tecnica lo rende impeccabile nelle variegate pratiche artistiche. E così il “realistico”, il “fantasy”, il “lettering”, le bellezze “floreali” e tanti altri stili di tatuaggio vengono realizzati perfettamente da Marco, umile avanguardista che non nasconde il desiderio di voler migliorare ogni giorno di più. Ed ogni giorno sono innumerevoli i giovani e meno giovani a voler affidarsi a Prestigiacomo per uno o più tatuaggi. Il suo studio “Ink Kaos Tattoo” è a Rende in provincia di Cosenza, città che pullula di bravi tatuatori che, va detto, a volte riescono a fare rete, ad unirsi e migliorarsi reciprocamente in maniera encomiabile. Certo va anche detto che non è sempre così, ma questa è un’altra storia. Nella natura e nella ‘non natura’ dell’uomo è insita la volontà di modificarsi, di migliorarsi. Non è vanità: è arte. Questo Marco Prestigiacomo lo sa e traspare da ogni suo particolare fisico e metafisico che salta agli occhi nel momento in cui sistema gli strumenti per tatuare. Lavora, con la macchina tra le mani i cui aghi soccorrono ai sogni ed ai desideri di ognuno con disegni che andranno a riscaldare e rischiarire i passi lungo il cammino quotidiano, raccogliendo ed accogliendo, sovente con disegni da lui stesso realizzati, le emozioni più nascoste dell’anima. 23 è il “suo” numero. Classe ’84. Sono magiche le opere che negli anni ha impresso sulla pelle dei suoi clienti che di lui ricordano ed esaltano il “fare” professionale e quello umano, sempre pronto ed attento ad andare incontro al prossimo. Palermitano di nascita è in Calabria che si è affermato ed il Sud glielo riconosce. Ondate di persone, infatti, accorrono nel suo studio da ogni dove del Meridione e non solo. Ad ogni tatuaggio, ogni cliente, rinnova a Marco Prestigiacomo i momenti e le dimensioni di palingenesi derivanti dai suoi lavori. Amante degli animali, la sua anima ha qualcosa in più. Guardando le sue opere, piercing inclusi, ci si abbandona allo stupore, alla bellezza, alle rimembranze ed alle speranze, come nello specchio sognante del presente di ognuno, per guardare con gli occhi dell’interiorità. Non si sa quale siano i suoi segreti per realizzare capolavori che riecheggiano in maniera trascendentale dal dire di ogni suo ‘fedele’ tatuato. Marco Prestigiacomo: non solo tatuatore cercato, richiesto per le proprie specificità, ma una singolarità ed esclusività di uomo ed amico messa a disposizione di tutti, perché quello che conta nella vita (e nell’arte) è guardarsi l’anima e riconoscersi, per darsi agli altri, momento in cui avviene il vero incontro con se stessi

LASCIA UN COMMENTO

Prego, inserisci il tuo commento
Prego, inserisci il tuo nome