Cola Pesce e il ministro dello Zar

A Lampedusa viveva un ragazzo innamorato del mare. Lo amava così tanto che se ne stava a bagno giorno e notte. La madre lo chiamava dalla riva, urlando a squarciagola: «Cola! Cola! Vieni a terra,...

Ad occhi aperti

Non è da tanto tempo che sono al mondo. Non conosco mia madre e tantomeno mio padre. Devono essere volati tra gli angeli, così mi piace pensare. Non so chi sia chi mi nutre ma non sono...

Boh!

“Boh!”. Il mio professore di italiano diceva sempre che “boh” lo fa qualcosa quando cade a terra e pertanto non si deve rispondere “boh!”. Eppure, come ho scoperto anni dopo, “boh” ha per giunta dignità...

Troppa grazia!

Le era tornata in mente perché aveva di recente letto on line la battuta che asseriva che, se si arrivava single ai quaranta, doveva essere assegnato un gatto d’ufficio. I gatti spopolavano sui social: tutti...

Di rientro

L’aria era frizzante. Le temperature erano crollate subito dopo Natale ed erano arrivati venti freddi dal Nord. La neve no, non era arrivata. Erano tutto sommato, a parte il freddo, giornate serene e splendeva...

Il gioco del pallone

Quando ero ragazzino io si giocava a pallone nel campo dell'oratorio. Campo di terra di riporto, secca e bruciata, cosparso di sassolini aguzzi, che a caderci sopra ti sfregiavi le gambe e ti entravano...

Manoscritto trovato in una bottiglia – Racconto di Edgar Allan Poe

MANOSCRITTO TROVATO IN UNA BOTTIGLIA Racconto di Edgar Allan Poe 1833 Qui n'a plus qu'un moment à vivre N'a plus rien à dissimuler. Quinault, Atys Del mio paese, della mia famiglia ho ben poco da dire. Soprusi e l'accumularsi degli...

HOP-FROG – Racconto di Edgar Allan Poe

HOP-FROGdi Edgar Allan Poe1849 Non ebbi mai a conoscere alcuno che avesse disposizione alla beffa quanto quel Re. Sembrava che vivesse soltanto per scherzare. E il modo più infallibile per ottenere i suoi favori era...

Sentinella – Racconto di Frederic Brown

Sentinella Frederic Brown 1954 * * * Era bagnato fradicio e coperto di fango e aveva fame, freddo ed era lontano cinquantamila anni-luce da casa. Un sole straniero dava una gelida luce azzurra e la gravità doppia di...

Una piccola Favola – Franz Kafka

Una piccola favola di Franz Kafka 1920 Un gatto aveva preso un topo. “Che stai facendo?”, disse il topo, “hai occhi terribili”. “Oh!” disse il gatto, “i miei occhi sono sempre così, ti ci abituerai”. “Preferirei andarmene,”...

ULTIMI POST