Ai Mercati di Traiano Voci e Presenze: il Museo tra passato e futuro

4

I Mercati di Traiano, mecca per chiunque voglia respirare – turisti e non – la grandezza della romanità nel suo alternarsi di fasi storiche, si rinnovano e aprono a nuovi scenari con “Live Museum, Live Change”, che vedrà nell’arco dei mesi a venire una serie di appuntamenti “contemporanei” abitare gli spazi del museo.

Museo scenografico unico nel suo genere, Mercati di Traiano per l’occasione si fa museo abitato e aperto al territorio, grazie a incursioni artistiche, performance, rinnovamenti e installazioni.

Il secondo appuntamento del progetto (nell’ambito dell’Atelier Arte Bellezza Cultura della Regione Lazio, grazie alle sinergie con Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e i Mercati di Traiano – Museo di Fori Imperiali) è stato un momento di suggestivo dialogo tra l’arte plastica di Raffaele Fiorella e la performance della compagnia Bartolini/Baronio.

Un incontro quasi narrativo tra le Voci della compagnia teatrale e le Presenze dello scultore.

Il circuito di installazioni sonore e video di storie contemporanee, e quella plastica hanno dialogato tra loro domenica 13 ottobre, regalando al pubblico un’occasione nuova per godere di questi spazi e della loro grandiosità.

Un nuovo modo di vivere lo spazio museale e scoprirlo sotto una nuova lente, attuale contemporanea, che l’ha restituita al pubblico valorizzandone e raccontandone i tesori, le fasi storiche, ma anche il suo innesto e la sua funzione nella città di oggi, nella metropoli, nelle sue declinazioni odierne.

Guide d’eccezione dell’inedito pomeriggio sono state, infatti, le interviste ad alcuni abitanti di Roma, tra cui gli studenti del Liceo T. Mamiani che hanno partecipato alla prima fase del progetto in forma di laboratorio, le voci del Coro Multietnico Quintaumentata di Centocelle e l’intervento di Patrizia De Mei Mirabelli a partire dal film di Luigi Magni “Faustina”.

E per chi si fosse perso l’evento con Voci e Presenze, il progetto Live Museum, Live Change proseguirà le sue azioni anche per il 2020, con nuovi interessanti appuntamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Prego, inserisci il tuo commento
Prego, inserisci il tuo nome